TORNA A FONDATORI  |

 

 

PARCO SIDEREUS

 

 

> Parco “Sidereus”
   Responsabile
   Vito Lecci
   c.da Leopaldi
   73050 Salve (LE)
   Cell. 349/8470776

   Sito Web Sidereus
   E-Mail Sidereus

> Mappa Interattiva

> Galleria Fotografica

> Planimetria Parco

 

 

 

 

Il Parco Astronomico "Siderus" immerso tra i caratteristici ulivi del Salento si estende su una superficie di oltre 5.000 mq, è caratterizzato da una spiccata vocazione divulgativo-scientifica in ambito astronomico, astrofisico e astronautico.

All'interno del Parco Astronomico Potrete trovare:

PLANETARIUM da 6 metri di diametro con 50 posti a sedere;
OSSERVATORIO ASTRONOMICO a doppio tetto scorrevole, con un telescopio da 30 cm di diametro, completamente automatizzato e gestito da tre computer;
TELESCOPI messi a disposizione dei nostri ospiti durante le serate dedicate all'osservazione dei più bei oggetti celesti;
MOSTRA del Sistema Solare tridimensionale in scala, del diorama dello sbarco sulla Luna, di vari modellini di vettori Nasa, di meteoriti provenienti da diverse località terrestri, e di alcuni autentici frammenti di breccia lunare e di basalto marziano;
MERIDIANE di differente tipologia e dimensione presenti lungo tutta l'estensione del Parco
;
RADIOTELESCOPIO per l'ascolto degli astri (in fase di completamento);
PIRAMIDE MAYA astronomicamente funzionante (in fase di completamento).

 

PARCO ASTRONOMICO SIDEREUS

 

Il Planetario ha una cupola di 6 metri di diametro ed una capacità di 50 posti a sedere, in un ambiente perfettamente climatizzato. Qui, l'eccezionale realismo del nostro proiettore restituirà la sensazione di trovarsi realmente sotto il cielo notturno, dove sarà possibile ammirare:

cielo stellato di entrambi gli emisferi celesti (boreale e australe);
equatore celeste, eclittica e punti nodali;
tutte le 88 costellazioni della Volta Celeste, comprese quelle dello zodiaco;
differenza tra costellazioni circumpolari e costellazioni occidue;
forma e mitologia di alcune tra le più belle costellazioni del cielo.

Ampio spazio sarà anche dedicato alle vostre domande che potrete liberamente porre ai nostri "planetaristi".

 

L'Osservatorio Astronomico "Galileo Galilei", realizzato su pianta rettangolare da m 5x4 è sormontato da un doppio tetto scorrevole. Custodisce al suo interno un telescopio riflettore Schmidt-Cassegrain da 30 cm di diametro completamente automatizzato e gestito da tre computer. Qui è possibile tuffarsi nella visione diretta di moltissimi oggetti celesti:

Luna (mari, monti e catene montuose);
Pianeti (Saturno, Giove, Marte, ecc...);
Nebulose (ad emissione e planetarie);
Ammassi stellari (aperti e globulari);
Sistemi stellari binari;
e tantissimi altri oggetti celesti...

L'Osservatorio è l'unica struttura ubicata all'esterno del Parco, a qualche centina di metri di distanza.

 

Il gazebo da 50 mq contiene una nutrita mostra che spazia dall'astronomia, all'astronautica, alla gnomonica.

Nell'ambito astronomico infatti annoveriamo:
un modello del Sistema Solare tridimensionale in scala;
diverse fotografie astronomiche autoprodotte;
una collezione di meteoriti provenienti da tutto il mondo, tra cui alcuni autentici frammenti suolo lunare e di basalto marziano.

In ambito astronautico invece:
un diorama che ricostruisce lo sbarco umano sulla Luna. Si tratta della ricostruzione del suolo lunare (cm 80x80) sul quale è posato il modellino del LEM in scala 1:144, accanto il modellino, stessa scala, del modulo di comando.
modellino del Saturn V, in scala 1:144;
modellino dello Shuttle Discovery, scala 1:144;
modellino dello Shuttle Discovery, in scala 1:144.

Nell'ambito della gnomonica sono presenti diversi quadranti solari, tra cui:
orologio solare tridimensionale, in ferro e ottone, del diametro di cm 60;
orologio solare, con funzioni di calendario astronomico in mosaico di legno, 5.000 pezzi, dimensione cm 70x70;
vari quadranti in legno pregiato di diverse forme e dimensioni;
orologio del viandante, realizzato dalla tornitura di un ramo di ulivo.

 

In piazzole predefinite del Parco sono resi disponibili, agli ospiti, alcuni telescopi che vengono utilizzati per la visione dei più bei oggetti della volta celeste.

Nelle postazioni osservative sarà sempre presente un nostro addetto che illustrerà, ai nostri graditissimi ospiti, le meraviglie dell'universo osservabile ed effettuerà anche delle delucidazioni sull'uso appropriato di questi straordinari oggetti che sono i telescopi.

 

In tutta l'estensione del parco sono presenti diverse meridiane di differente forma, dimensione e tipologia. Tra queste possiamo annoverare:

le "Colonne Solari", sono due colonne realizzate in mattoni di tufo, esattamente allineate secondo il meridiano locale. Nell'esatto istante del mezzogiorno solare vero, la colonna a Sud proietta un'ombra che si staglia esattamente sulla colonna a Nord. Contemporaneamente, uno specchio posizionato sulla colonna a Nord, illumina con un fascio di luce la colonna posta a Sud. Si tratta quindi dell'identificazione dell'istante esatto del mezzogiorno a "doppio controllo", in cui ombre e luci rivestono la medesima funzione.
la "Luna nel Pozzo", è una meridiana a camera oscura, ricavata da un vecchio pozzo oramai inutilizzato. Qui la luce della Luna si insinua nell'oscurità del pozzo e, attraverso un'asta graduata opportunamente installata, è possibile determinare l'esatta posizione della Luna nella sua orbita intorno alla Terra. Allo stesso modo è possibile fare di giorno anche con la luce della nostra stella. Dal confronto delle due posizioni (del sole e della luna) è possibile determinare gli istanti delle eclissi di Sole o di Luna.
altre sono in fase di realizzazione.

 

Nel parco sarà approntato un radiotelescopio per l'ascolto degli astri.

Un radiotelescopio è un telescopio che, a differenza di quelli classici che osservano la luce visibile, è specializzato nel rilevare onde radio emesse dalle varie radiosorgenti sparse per l'Universo, generalmente grazie ad una grande antenna parabolica, o più antenne collegate. Il campo dell'astronomia che si occupa della banda radio è detto, appunto, radioastronomia.

(In fase di completamento)

 

All'interno del Parco Astronomico sarà approntata una Piramide Maya astronomicamente funzionante.

(in fase di completamento)

 

Dall'inaugurazione dell'Osservatorio, nell'aprile 1997, sino ad alla nascita del Parco Astronomico "Siderus", la struttura è stato meta di oltre 12.000 visitatori, tra scolaresche, turisti ed appassionati.

 

 

  | TORNA SU |

  FESTIVAL DELLO SPAZIO